Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Iniziative editoriali

 

24/01/2008
60
2008 - Con questa pubblicazione Alfa Wassermann vuole celebrare il suo 60° anno di vita: è nata infatti a Bologna il 24 gennaio 1948. La storia dei 60 anni che sono seguiti a quel giorno è volutamente affidata, più che alle parole, alle immagini. Saranno le immagini, fotografie d’epoca, confezioni farmaceutiche, pagine e stampati pubblicitari, volumi scientifici e di cultura, a raccontare fin dall’inizio la nascita e la crescita di una industria bolognese che, sorta come azienda farmaceutica di livello nazionale, è diventata nel tempo grazie ad un costante impegno nella innovazione e ad importanti acquisizioni un gruppo di rilevante presenza internazionale. Questo ricordo degli anni iniziali, dei prodotti divenuti famosi ma anche dei momenti difficili, dei successi non solo in campo scientifico ma anche editoriale, delle acquisizioni a livello internazionale che hanno fatto grande l’azienda, è dedicato a tutti coloro che, in questi primi 60 anni, hanno contribuito alla sua affermazione nel mondo del farmaco.
30/11/2008
LA CITTA’ di ALFA WASSERMANN vista da Roberto Rossi
Alfa Wassermann si affida alle immagini per sottolineare il rapporto privilegiato che ha sempre conservato negli anni con Bologna, città che ne ha visto i natali. Sono immagini di una Bologna “inattesa”, frutto del rapporto particolare tra la città e l’autore delle foto, Roberto Rossi e che rivelano in ogni scatto uno “slancio di affetto”, un “abbraccio col quale egli circonda ciò che vede”. Alfa Wassermann ha scelto queste fotografie proprio perché ne ha colto un “sentire comune” con l’autore e le raccoglie in questo volume che vuole essere un omaggio alla città cui è rimasta sempre fedele, pur estendendo oltre i confini nazionali l’attività imprenditoriale dei suoi primi 60 anni di vita.
30/11/2009
ARTE INCONSAPEVOLE le scoperte di Marinella Montanari
Fin dalle origini, oltre sessant’anni fa, Alfa Wassermann ha avuto un rapporto di vicinanza con tutte le manifestazioni della cultura scientifica, umanistica ed artistica. In particolare per le Arti Visive questo feeling si è manifestato in diversi modi nel corso degli anni ed è testimoniato dalla presenza di numerose opere di artisti diversi nelle sedi della Società in Italia e all’estero. Uno degli esempi è il grande complesso “Nascita dell’uomo nuovo”, opera dello scultore Pietro Cascella, che accoglie i visitatori dello Stabilimento Alfa Wassermann che si trova nei pressi della “sua” Pescara. In questo spirito abbiamo accolto con particolare piacere l’originale proposta dell’artista Marinella Montanari: dare dignità a quegli oggetti che, prodotti dall’attività dell’uomo per gli scopi più vari, rivelino ad un occhio attento ed allenato qualità formali ed espressive tali da poter essere inclusi nella categoria degli “oggetti d’arte”. Siamo quindi in presenza di esemplari di quella che potremmo definire “Arte inconsapevole”. Nasce così questa pubblicazione in cui sono raccolti “quadri” o “sculture” di autori ignoti che Marinella Montanari ha “scoperto” nel suo peregrinare tra cantieri, mercati, case o cantine di amici che non sapevano di ospitare, fra le proprie mura, delle “opere d’arte”. Si tratta di una sorta di Galleria che ci auguriamo il lettore visiti con piacere e da cui, perché no, possa trarre ispirazione per diventare a sua volta “cacciatore di Arte inconsapevole”.